Seguici su

Cybersicurezza

Giornata mondiale del backup, un invito a proteggere i propri dati

In occasione della Giornata mondiale del backup, le aziende sono chiamate a riflettere sull’importanza di proteggere i propri dati da minacce sempre più sofisticate.

Avatar

Pubblicato

il

Giornata mondiale del backup, un invito a proteggere i propri dati dai richi dei ransomware
Storage backup (© Depositphotos)

In un’era dominata dai dati, la sicurezza delle informazioni è diventata una priorità imprescindibile per le aziende orientate alla tecnologia. Nel contesto della Giornata mondiale del backup, che ricorre il 31 marzo, l’attenzione si concentra sulle sfide poste dai sempre più sofisticati attacchi ransomware e sulle strategie per proteggere le aziende da tali minacce in continua evoluzione.

I rischi dei ransomware in continua evoluzione

Il ransomware, capace di cifrare i dati aziendali rendendoli inaccessibili, rappresenta una delle più gravi minacce informatiche del nostro tempo. Nel corso del 2023, si è registrata un’escalation senza precedenti di attacchi, con un aumento dei pagamenti ai criminali informatici che ha superato il miliardo di dollari. Questi attacchi non solo causano danni finanziari, ma mettono a rischio la reputazione delle aziende e violano normative sempre più stringenti sulla protezione dei dati personali.

I tempi di inattività derivanti dagli attacchi ransomware rappresentano un incubo per le aziende moderne. Statistiche indicano che il tempo medio di downtime dopo un attacco informatico è di circa 22 giorni, con conseguenze finanziarie e di reputazione devastanti. È essenziale adottare tecnologie e processi per mitigare questi rischi e garantire un ripristino rapido delle operazioni.

Approccio multistrato alla protezione dei dati

La giornata mondiale del backup ci ricorda che proprio il backup rimane un elemento fondamentale nella difesa contro i ransomware, ma è altrettanto necessario necessario un approccio multistrato per proteggere efficacemente le informazioni sensibili. Le “copie immutabili” dei dati e l’infrastruttura di ripristino rapido sono elementi chiave di questa strategia, consentendo alle aziende di recuperare rapidamente i dati critici senza cedere alle richieste dei criminali informatici.

Gli Service Level Agreement (SLA) per il ripristino da ransomware sono diventati parte integrante delle soluzioni di protezione dei dati. Questi accordi garantiscono alle aziende un ambiente di storage pulito e la possibilità di ripristinare i dati in tempi rapidi, anche in caso di indisponibilità dei sistemi originali a seguito di un attacco.

La chiave del successo nell’affrontare le minacce informatiche risiede nella resilienza e nell’agilità delle organizzazioni. È essenziale investire in soluzioni moderne di protezione dei dati e implementare processi efficaci per garantire la sicurezza e il ripristino rapido delle informazioni critiche.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *