Seguici su

Cybersicurezza

Kaspersky e la sicurezza informatica in Europa: scarsi investimenti nel settore industriale

Il panorama della sicurezza informatica in Europa evidenzia la necessità per le aziende di investire saggiamente nel settore, considerandolo un obiettivo di business fondamentale per la protezione dell’infrastruttura aziendale

Avatar

Pubblicato

il

Sicurezza informatica (© Depositphotos)
Sicurezza informatica (© Depositphotos)

Il recente studio condotto da Kaspersky ha rivelato che il 14% delle aziende europee ha subito incidenti informatici negli ultimi due anni a causa della mancanza di investimenti nella sicurezza informatica. Un dato allarmante è emerso: il settore industriale è risultato il più colpito, con il 22% degli attacchi dovuti a una scorretta allocazione del budget.

Il contesto europeo e le conseguenze per il settore industriale

Il report ha analizzato le risorse finanziarie delle aziende europee, svelando che una su cinque (22%) ammette di non avere il budget necessario per adottare misure di cybersecurity adeguate. La distribuzione inadeguata del budget ha colpito soprattutto il settore manifatturiero, con il 22% delle aziende coinvolte in incidenti informatici. Altri settori come i servizi finanziari (10%), le telecomunicazioni (7%) e i trasporti/logistica (4%) hanno subito una percentuale inferiore di attacchi.

Se il 76% degli intervistati in Europa si dichiara pronto a stare al passo o anticipare le nuove minacce, il restante 24% affronta sfide significative. Il 19% afferma di non avere i fondi sufficienti per proteggere adeguatamente l’infrastruttura aziendale, mentre il 3% non ha un budget dedicato alla sicurezza informatica.

Le intenzioni future delle aziende per la sicurezza informatica

Molte aziende intendono adottare misure per rafforzare la propria sicurezza informatica nei prossimi 1-1,5 anni. Le principali aree di investimento includono il threat detection software (36%) e la formazione, con il 31% delle aziende che destinerà budget a programmi educativi per i professionisti della sicurezza informatica e il 33% per lo staff in generale.

Raccomandazioni di Kaspersky per massimizzare il budget

Kaspersky fornisce consigli preziosi per massimizzare il budget e migliorare la sicurezza informatica:

  1. Implementare prodotti per la cybersecurity avanzati: come il Kaspersky Endpoint Detection and Response Optimum, che aiuta a prevenire attività “atipiche” potenzialmente pericolose;
  2. Utilizzare soluzioni facilmente gestibili: Kaspersky Endpoint Security Cloud è progettato per le piccole imprese, consentendo la gestione da un’unica postazione;
  3. Investire nella formazione di tutti i dipendenti: utilizzando piattaforme come Kaspersky Automated Security Awareness per simulazioni di attacchi di phishing e formazione specifica per il personale IT;
  4. Considerare il supporto di esperti: con servizi come Kaspersky Assessments per identificare falle di sicurezza e Security Architecture Design per creare infrastrutture su misura;
  5. Risparmiare senza rinunciare alla sicurezza: consultare la guida di Kaspersky ‘Cybersecurity on a budget’ per le PMI.

Il report completo dell’indagine condotta da Kasperky, e altri insight relativi l’impatto umano sulla sicurezza informatica nelle aziende è disponibile qui.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *