Seguici su

Cybersicurezza

Vulnerabilità nel settore Energy e Utilities: Barracuda rivela rischi e soluzioni

Il settore Energy e Utilities è sempre più esposto agli attacchi informatici, con conseguenze gravi sulla sicurezza e produttività aziendale. In un mondo digitale in continua evoluzione, la sicurezza informatica diventa cruciale per preservare la resilienza e la produttività del settore. Barracuda si impegna a fornire soluzioni di sicurezza avanzate e accessibili, promuovendo un ambiente digitale sicuro e protetto

Avatar

Pubblicato

il

Settore Energy e Utilities (© Depositphotos)
Settore Energy e Utilities (© Depositphotos)

Il settore Energy e Utilities, parte integrante dell’infrastruttura critica globale, si trova ad affrontare sfide crescenti legate agli attacchi informatici via e-mail. Barracuda, leader nella sicurezza informatica, ha condotto un’indagine che evidenzia le vulnerabilità e le minacce che questo settore deve affrontare.

Barracuda, con la sua missione di rendere il mondo più sicuro, offre soluzioni innovative e cloud-first per proteggere e-mail, reti, dati e applicazioni. Con oltre 200.000 organizzazioni affidate alla sua sicurezza, Barracuda si pone come alleato cruciale per il Settore Energy e Utilities nella difesa contro le minacce informatiche.

Elevata incidenza di violazioni di sicurezza via e-mail, ransomware e spear phishing

Nel 2022, l’81% delle aziende nel settore energy, oil & gas e utilities ha subito violazioni di sicurezza via e-mail, un tasso superiore alla media generale del 75%. Queste violazioni hanno un impatto significativo sulla produttività, con il 52% degli intervistati segnalando un calo operativo.

L’indagine ha rivelato che il 56% delle vittime di attacchi ransomware nel settore è stato colpito più di una volta, una percentuale notevolmente superiore rispetto ad altri settori. Tuttavia, c’è una buona notizia: il 62% delle aziende è riuscito a ripristinare i dati attraverso il backup, mostrando l’importanza delle pratiche di sicurezza.

Il settore energy e utilities è particolarmente vulnerabile agli attacchi di spear phishing, con il 73% delle aziende colpite nel 2022, superando la media generale del 50%. Le conseguenze includono infezioni da malware, furto di dati e danni reputazionali, sottolineando l’importanza di una difesa efficace contro questa minaccia.

Un settore non abbastanza preparato

Le aziende del settore si ritrovano impreparate ad affrontare minacce relativamente semplici come virus, malware e phishing. Questa mancanza di preparazione potrebbe riflettere investimenti inferiori nella sicurezza informatica rispetto ad altri settori.

Tempi di risposta e automazione per una difesa efficace

L’indagine rivela che, in media, sono necessari quattro giorni per individuare e risolvere un incidente di sicurezza via e-mail nel settore energy e utilities. La mancanza di automazione rallenta le contromisure, un problema indicato dal 46% dei partecipanti.

Il settore necessita urgentemente di soluzioni di sicurezza semplici e efficaci per proteggersi dalle minacce più comuni e sofisticate. La revisione costante dello stato di sicurezza, aggiornamenti regolari e controlli sono fondamentali per identificare e colmare eventuali lacune.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *