Seguici su

Economia digitale

Boom del commercio elettronico con oltre 54 miliardi di euro di valore

Qlhype, startup nel settore del second hand, promuove un’iniziativa innovativa, un contest per assumere i primi venditori digitali. In un panorama in rapida evoluzione del commercio elettronico, questa mossa rivela una visione audace e anticipatrice delle tendenze del mercato

Avatar

Pubblicato

il

Commercio elettronico e venditori digitali (© Depositphotos)
Commercio elettronico e venditori digitali (© Depositphotos)

Il panorama del commercio elettronico sta attraversando una fase di espansione straordinaria, con un mercato che ha raggiunto un valore di oltre 54,2 miliardi di euro, registrando un incremento del 13% rispetto all’anno precedente. Questo notevole aumento ha dato vita a una nuova figura professionale: il digital vendor. Se negli anni Ottanta è emerso il concetto di televenditore, oggi i venditori digitali si distingue per la capacità di interagire con gli utenti e guadagnare la loro fiducia attraverso i social media.

Qlhype e il contest social per assumere i primi venditori digitali

In questo contesto, Qlhype, una startup fondata da giovani imprenditori tra cui spiccano nomi come Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez, ha preso l’iniziativa di lanciare un contest social per reclutare i primi venditori digitali. Questa iniziativa non solo risponde alla crescente domanda del mercato, ma apre anche le porte a una nuova modalità di vendita e promozione dei prodotti attraverso i canali digitali.

Il venditore digitale si differenzia dall’influencer tradizionale poiché non solo promuove i prodotti di un’azienda, ma agisce come un vero e proprio ambasciatore del marchio, capace di stabilire un legame autentico con la clientela. Questo ruolo richiede non solo competenze di marketing e comunicazione, ma anche un’attitudine naturale e empatica nei confronti degli utenti.

Il successo del second hand: una tendenza in ascesa

Qlhype si distingue nel panorama del commercio elettronico per la sua focalizzazione sul settore del second hand, un mercato in rapida crescita in Italia. Un’indagine condotta prima delle festività natalizie ha rivelato che sei italiani su dieci sono propensi ad acquistare oggetti usati, attratti non solo dal risparmio economico ma anche dall’attenzione alla sostenibilità e dalla possibilità di trovare articoli unici e di qualità.

Il contest di Qlhype è un’opportunità unica

Per selezionare i due venditori digitali che entreranno a far parte del team, Qlhype ha ideato un contest social aperto a tutti gli interessati. Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez hanno utilizzato i propri canali su Instagram e TikTok per diffondere il messaggio e invitare i potenziali candidati a partecipare. I partecipanti sono chiamati a inviare un breve video in cui simulano una vendita online di un capo di abbigliamento, dimostrando le proprie capacità persuasive e comunicative.

Una volta selezionati, i due venditori digitali avranno l’opportunità di iniziare la propria carriera presso la sede principale di Qlhype a Milano. Qui, saranno immersi in un ambiente dinamico e stimolante, lavorando sia sui canali digitali che in un vero e proprio negozio fisico allestito all’interno del quartier generale dell’azienda. Questa iniziativa rappresenta non solo un’opportunità di lavoro per i giovani talentuosi, ma anche un segnale del cambiamento in atto nel settore del commercio elettronico, dove la tecnologia e l’umanità si fondono per creare esperienze di acquisto uniche e coinvolgenti.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *